La Collezione Cobblestone di G.T.DESIGN dà un Tributo alle Piazze Italiane

La nuova linea di tappeti di Deanna Comellini si ispira alle classiche pavimentazioni dei centri storici italiani

Cobblestone rugs

Nei mesi di isolamento a casa, le fotografie delle strade e delle piazze italiane deserte rimarranno un’immagine indelebile della memoria collettiva. Cattedrali, corsi, vicoli e piazze dei centri storici dove ogni giorno passano migliaia di persone si sono di colpo svuotate, lasciando un quadro surreale e inimmaginabile, che ha però messo in risalto lo splendore del paese e la sua unica e impareggiabile architettura.

A Deanna Comellini ha colpito in particolare l’intricata bellezza degli acciottolati dei centri storici, che hanno fatto da sfondo a secoli di storia del paese. Non sorprende che la direttrice creativa di un brand pioniere del tappeto contemporaneo abbia rivolto lo sguardo proprio alle pavimentazioni, che diventano ispirazione per la sua nuova collezione dedicata proprio all’Italia e alla sua ripresa in uno dei periodi più difficili della sua storia.

Il termine Cobblestone richiama infatti i “ciottoli” tipici delle pavimentazioni le cui geometrie e colori sono ripresi nella collezione dai disegni moderni in cui i campi di colore sono separati da delicati solchi scolpiti nel vello del tappeto. La palette delle tonalità che giocano sui toni dell’azzurro e del beige, con i colori che sembrano miscelarsi e fondersi fra di loro, sono intervallati da stacchi a contrasto che catturano l’attenzione.
Il Tencel, la fibra dalla morbidezza straordinaria con cui è realizzata la collezione Cobblestone gioca un ruolo fondamentale nel risultato finale. Il Tencel è infatti una delle fibre più ecocompatibili attualmente in commercio, ottenuta da fonti facilmente rinnovabili, grazie ad un processo produttivo a basso impatto ambientale da cui si ottengono filati morbidi, leggeri e traspiranti che sono anche biodegradabili in quanto derivati dalla cellulosa. Proprio come la viscosa, mantiene la brillantezza e permette di catturare la luce creando delle atmosfere diverse a seconda di come viene posizionato il tappeto all’interno dell’ambiente.

AD - Deanna Comellini

Cobblestone segna inoltre un ulteriore approfondimento dello studio sulla ricerca delle forme organiche più vicine all’uomo. I tre modelli proposti richiamano forme indefinite e aperte alla libera interpretazione. L’inedita collezione si inserisce in un progetto avviato da Deanna Comellini con la forma Native, una forma dal profilo unico, irregolare e fluido, a metà strada tra il cerchio e il quadrato, presentata al Fuori Salone di Milano nell’edizione del 2018 con la collezione UltraNative.
Alla forma Native, si aggiungono altri due formati connessi fra loro: la forma Native si evolve allungandosi ai lati, dando vita al Cobblestone Native shape B che, a sua volta, allungandosi ulteriormente, si trasforma in un rettangolo smussato, realizzando così il Cobblestone Native shape C.

Cobblestone è una collezione unica grazie al suo formato “espandibile”, pensato anche per le pavimentazioni custom-made di progetti di interior design.

Come tutte le creazioni di Deanna Comellini, anche questa collezione rimanda a una lavorazione artigianale dove non è solo la manualità dell’artigiano che si fa interprete del disegno, ma è il disegno che interpreta il materiale, dando corpo e volume al pattern.

Ciò che rende esclusive le collezioni di Deanna Comellini è la sua visione dell’intero progetto, dove la creatività entra in contatto con la materia, con uno sguardo aperto e non legato alle mode del momento. Una creatività che, attraverso lo sviluppo del disegno, la ricerca delle forme e lo studio dei colori, dà vita, corpo e anima alle tecniche produttive di volta in volta usate, creando prodotti fortemente evocativi, che dialogano con il contesto e con chi li utilizza.